I MOSAICO’S A RAVENNA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA Il 7 giugno 2013, un gruppo costituito da 17 volontari dell’Associazione Pianeta Handicap, sezione di Adria, e da 13 ragazzi disabili, ha raggiunto in pullman la città di Ravenna, per una gita di istruzione, quale degna conclusione delle attività per la pausa estiva del laboratorio di mosaico Mosaico’s Friends.
La scelta della meta non è stata certamente casuale, ma effettuata come occasione di formazione con la visita ad una città che vanta in Italia, assieme ad Aquileia, il primato per la possibilità di ammirare moltissimi mosaici di vario genere ed in ottime condizioni conservative.
I numerosi volontari partecipanti alla gita erano in prevalenza coloro che dall’avvio del laboratorio di mosaico, avvenuto nel maggio 2012, si sono avvicinati all’attività, condividendone gli obiettivi volti a fornire stimoli creativi a ragazzi disabili, acquisendo di riscontro occasione di crescita personale.
La visita a Ravenna è stata resa possibile grazie all’impegno dei volontari organizzatori, alla collaborazione da parte dell’Arch. Andreina Nonnato, che si è gentilmente prestata a fare da competente guida alla comitiva, nonchè al fondamentale contributo della Fondazione Franceschetti e Di Cola Dott. Giovanni, con sede ad Adria, che da tempo è vicina e condivide le attività e gli obiettivi dell’Associazione Pianeta Handicap.

Il primo incontro con la città di Ravenna è stato al Mausoleo di Teodorico, dove il gruppo ha assistito ad un breve filmato che ha presentato i principali monumenti, la city ed immagini varie dimostrative della grande vitalità di Ravenna.
La visita è poi proseguita alla tomba di Galla Placidia, del V° secolo d.C., monumento funerario eretto per la figlia dell’imperatore Teodosio, con l’eccezionale illustrazione da parte della guida .
Si è poi visitato il Battistero degli Ariani, sempre del V° secolo ed a pianta ottagonale, con un rivestimento musivo distribuito su 3 fasce, con al centro della cupola la rappresentazione del Battesimo di Cristo.
La Chiesa di S. Vitale della metà del VI secolo, con la sua complessità di pianta che ricorda S. Sofia a Costantinopoli, ha fornito poi occasione di gustare uno spazio quasi indefinito, di grande spiritualità, anche se ora i mosaici sono limitati al presbiterio, con le rappresentazioni di Giustiniano e Teodora.
Particolare interesse ha suscitato nel gruppo la visita al Museo del mosaico, ove una guida ha illustrato le varie tecniche ed i vari materiali usati dai mosaicisti.
Infine, c’è stata la visita alla tomba di Dante e quella alla Chiesa di S. Apollinare Nuovo, con le pareti della navata centrale rivestite interamente da mosaici raffiguranti due teorie di Santi che si snodano fino al Presbiterio, in un continuum di grande effetto artistico ed emozionale.  Gita breve come tempo, ma molto intensa e ben organizzata.
Il laboratorio Mosaico’s Friends riprenderà l’attività a settembre, sicuramente con rinnovato entusiasmo da parte sia dei ragazzi, che dei numerosi volontari.
Maria Adelia Ciciliato, Presidente della Sezione di Adria di Pianeta Handicap, auspica che ci sia la possibilità di far avvicinare al laboratorio altri ragazzi/e del territorio, perché la socializzazione in un contesto di tipo lavorativo, supportato da regole comportamentali, è sicuramente occasione di crescita per tutti.

 

Questa voce è stata pubblicata in Colonna A, News & Eventi e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.