Incontro a Castelmassa tra ceramica e mosaico

 A Castelmassa il gruppo del Laboratorio di ceramica “Le Farfalle”di Pianeta Handicap, ospitati da oltre dieci anni presso il Liceo B. Munari, ha ricevuto la gradita visita degli amici del “Mosaico’s friends” di Adria, guidati dalla presidente Adelia Portieri.

gruppo 2Complessivamente erano circa 40 le  persone che, tra utenti, volontari e familiari hanno vissuto un gioioso pomeriggio in compagnia , ricambiando  una precedente visita ad Adria avvenuta  lo scorso anno, con  visita delle Farfalle alla suggestiva cittadina di origine etrusca.

Il pomeriggio a Castelmassa, dopo  il saluto di accoglienza nello stesso Laboratorio di ceramica, si è impreziosito con la visita attenta all’interno del Liceo Artistico “Bruno Munari”, sotto la guida della Vice-Preside  Lara Verzola e della Docente Miranda Vallini.

Il percorso  di visitazione  avviato dall’aula di plastica, recentemente restaurata, è poi  proseguito all’interno delle aule più rappresentative del Liceo B. Munari, che raccoglie un vero patrimonio artistico , arricchitosi negli anni, apprezzando in particolare le aule di Disegno dal vero, Decorazione pittorica, Moda e costume, Arredamento, Lavorazione Metalli ed altro ancora.

L’ammirazione per tanta bellezza e ricchezza ha stupito tutti i partecipanti, con sorprendenti commenti anche da parte dei  giovani stessi, tutti intenti nel fotografare o farsi immortalare in ciò che più li colpiva.

All-focus

Successivamente Laura Rossetto , docente di ceramica del Laboratorio “Le Farfalle” , ha illustrato brevemente il processo di lavorazione della creta,  guidando il gruppo all’interno del Laboratorio nell’osservazione dei molti lavori  artigianali realizzati ed esposti.

In seguito verso le ore 18 , le condizioni della bella giornata soleggiata hanno consentito una passeggiata alla vicina Piazza della Libertà, nel cuore di Castelmassa  e la salita alle belle  gradinate che portano sull’argine del Po, abbellite da  fiori e piante

E da  qui è stata ripresa la foto più rappresentativa della gita, che è stata quella dall’alto dell’argine con la visuale della bella Chiesa di S.Stefano e la sua loggia a ordini sovrapposti.

Lo scambio emozionale ha raggiunto il massimo, quando alla fine , prima di salutarsi, alcuni dei ragazzi stessi, hanno voluto improvvisare un discorso di congedo e ringraziamento, auspicando di mantenere nel tempo questo legame, tra Castelmassa ed Adria, con le seguenti parole “incontrandosi viene voglia di incontrarsi di nuovo”, che costituisce un invito agli organizzatori a reiterare l’esperienza ,perché motivo di gioia.

 

Questa voce è stata pubblicata in In evidenza, News & Eventi. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.