MOSAICO

Quando il 16 febbraio 2012 si è costituita formalmente la Sezione di Adria dell’Associazione Onlus Pianeta Handicap, con Presidente M. Adelia Ciciliato, l’obiettivo principale era quello di poter attivare nella città etrusca un laboratorio di mosaico per fornire stimoli creativi e di crescita personale ai ragazzi disabili coinvolti.
Naturalmente una delle prime necessità è stata quella di disporre di un luogo adeguato e l’Amministrazione Comunale di Adria si è dimostrata sensibile alla richiesta, mettendo a disposizione un locale all’interno del plesso delle ex Scuole Elementari di Borgo Dolomiti, concesso con comodato d’uso stipulato formalmente.
Altra tappa importante è stata il coinvolgimento fattivo dell’Azienda ULSS 19, ove dal Direttore Generale, al Coordinatore dei Servizi Sociali, all’adesione ed organizzazione pratica della Dott.ssa Paparella, tutti hanno dimostrato un serio interesse per l’iniziativa proposta, vedendola come occasione di crescita per l’intero territorio del Basso Polesine e non solo per la città di Adria.
Sulla base di tali presupposti fondanti ed allo scopo di organizzare un corso di alfabetizzazione nella tecnica musiva, sono stati presi contatti con una mosaicista di Loreo, Rita Benzoni; il ciclo di 5 lezioni si è svolto nei mesi di aprile e maggio 2012 presso la ditta C.M.C. di Andrea Barbujani che ha gentilmente messo a disposizione uno spazio adeguato alle esigenze del corso ed ha inoltre donato all’associazione Pianeta Handicap molte scatole di tesserine vitree pronte per l’utilizzo.
I partecipanti sono stati numerosi, oltre una decina, e tutti molto interessati all’apprendimento dell’antica arte, di cui si ha ampia traccia nello stesso territorio adriese, datata ancora ai tempi degli Etruschi.
Nello stesso tempo il gruppo di volontari ha cominciato a ritrovarsi con i ragazzi nel locale delle ex Scuole Elementari di Borgo Dolomiti, realizzando i primi mosaici etero materici, utilizzando carte colorate, tondi vitrei, chicchi di grano e pasta di semola, con una creatività veramente straordinaria.
Agli incontri è sempre stata presente un’educatrice dell’ULSS 19 e spesso anche la responsabile Dott.ssa Paparella, che hanno allargato a più soggetti l’attività, il che ha certamente qualificato il laboratorio di ceramica, di cui nel tempo sarà effettuato un monitoraggio per verificarne gli esiti.
A conclusione delle attività dello scorso anno sociale è stata organizzata anche una visita guidata alla mostra del Divisionismo a Rovigo, che è stata un’ulteriore occasione di socializzazione e di svago.
Accanto a questa attività “primaria” è stato avviato un ulteriore progetto sperimentale, “Teatro Burattini”, che ha coinvolto ragazzi e volontari nella elaborazione di un piccolo spettacolo sul tema della diversità che è stato messo in scena e proposto ai bambini della città il 4 gennaio 2013 presso la Biblioteca dei Ragazzi di Adria.
Anche in questo progetto le varie abilità richieste (elaborazione dei testi, recitazione, fabbricazione dei burattini, realizzazione del teatrino, delle scene, delle luci, ecc.) ha stimolato le capacità di ognuno in un clima di collaborazione che è stato gratificato dal consenso e dalla approvazione degli spettatori, piccoli e grandi.
Non manca inoltre la disponibilità dei volontari a iniziative che possano rendere la loro attività sempre più qualificata e “professionale”.
In questo senso, già durante l’estate 2013, sono state realizzate delle attività ludico-ricreative con la Cooperativa Peter Pan negli spazi usufruiti dall’Associazione, che sono diventati punti di riferimento per altri ragazzi diversamente abili.
E’ importante ancora richiamare il fondamentale contributo economico della Fondazione Franceschetti e Di Cola Dott. Giovanni, finalizzato proprio al potenziamento e valorizzazione del laboratorio di mosaico; con tale supporto è stato svolto un nuovo corso di conoscenza della tecnica  del mosaico nell’aprile 2013, nonché un viaggio di istruzione a Ravenna il 7 giugno scorso, città del mosaico per eccellenza.
Per il futuro, oltre al mantenimento e al rafforzamento dell’attività in atto, visti gli esiti positivi dell’esperienza sportiva a Rovigo, si stà sperimentando l’attività motoria anche ad Adria, coinvolgendo gli stessi ragazzi che frequentano le esercitazioni di mosaico.
Attualmente, nel laboratorio si esercitano circa 13-14 ragazzi/e, seguiti da altrettanti motivati volontari.

Giovedì 24 ottobre 2013, presso l’ospedale civile di Adria, sono state inaugurate due vetrinette che espongono i lavoretti realizzati da persone disabili seguite da diverse associazioni, tra cui  anche la Sezione adriese di Pianeta Handicap con le opere del Mosaico’s Friends.
L’iniziativa, promossa e coordinata dalla Dr.ssa Maria Chiara Paparella del Servizio Handicap Età adulta e SIL, oltre ad impreziosire l’atrio del monoblocco,  servirà anche per favorire la vendita di tali oggetti, per consentire una modestissima entrata a queste persone non inserite nel mercato del lavoro.

Il laboratorio è aperto ad eventuali nuove persone interessate, sia volontari, che ragazzi disabili ed è disponibile per eventuali commesse di bomboniere o piccoli regali.

GALLERIA FOTOGRAFICA

LE ULTIME OPERE

I commenti sono chiusi.